SEYF

SEYF

Thursday, 11 February 2016 21:54

scarabEU: participation and democracy

ScarabEU has been a youth exchange developed by SEYF and supported by the Erasmus Plus Programme in cooperation the Municipality of Melpignano.

It took place in Melpignano, a village in the South of Italy, from 14th to 24th Ooctober 2015.

The project involved 40 young people from 5 from Greece, Italy, Spain, Malta and Poland. The main theme of the project has been Participation of Young People, by exploring the new ways of young people best involvement in youth projects, educating them to a stronger sense of active citizenship.

The main objectives are:

- to improve processes participation knowledge, democracy and sustainability;

-to seek alternative / innovative forms for the spread of common values of democracy and active participation;

- to stimulate creativity and talents of young people involved,(making participants able to use them concretely) with the objective of their concrete use -in their respective daily life;

- provide for the territory an opportunity of comparison with other European countries;

- turn a space disused in a space for young people aggregation, useful for the improvement of their knowledge.

ScarabEU è uno scambio di giovani di SEYF realizzato nell’ambito del programma Europeo Erasmus+, in collaborazione con il Comune di Melpignano.

Il progetto, implementato da SEYF In cooperazione col Comune di Melpignano, ha previsto la condivisione di approcci fortemente partecipativi che hanno stimolato la cittadinanza attiva
sui temi dell'intercultura e dell'integrazione.

Il progetto è stato realizzato a Melpignano dal dal 14 al 24 ottobre 2015, con il coinvolgimento eccezionale di 40 giovani tra i 18 e i 25 anni provenienti da Grecia, Italia, Spagna, Malta e Polonia.

Le sue attività saranno implementate in provincia di Lecce, nel periodo dal 14 al 24 ottobre 2015. Il progetto coinvolgerà 40 giovani, membri di organizzazioni giovanili operanti in Grecia, Italia,  Spagna, Malta e Polonia. Il tema principale dello scambio giovanile è la partecipazione dei giovani e il loro ruolo attivo nella società. Attraverso la condivisione, il monitoraggio, l’analisi, le valutazioni, il racconto di esperienze, conoscenze e buone pratiche, il progetto stimolerà i giovani verso la tendenza di un approccio pienamente partecipativo.

Gli obiettivi principali sono stati :
- migliorare la conoscenza dei processi di partecipazione, democrazia e sostenibilità;

- cercare forme innovative/alternative per la diffusione di valori comuni di democrazia e di partecipazione attiva;

- stimolare la creatività e il talento dei giovani coinvolti con l’obiettivo del loro uso concreto nella loro rispettiva vita quotidiana;

- fornire al territorio una opportunità di confronto con altre culture e altri paesi Europei;

- valorizzare spazi pubblici ai fini di attività e progetti giovanili.

 scarabEU - we learnt! 

 

 scarabEU - Impatto del progetto 

 

 Scarabeu - The impact of the project  

 

Leggi il report sulla disseminazione, la valutazione e l'impatto del progetto [ITA]

 

Wednesday, 10 February 2016 12:16

Contro tutti i Razzismi

SEYF è stato partner del Comune di Andrano insieme a LeA e Rete Near nell'organizzazione della XI Settimana Internazionale contro il Razzismo promossa da UNAR.

L’iniziativa ha preso il via all’interno del Progetto POP! (Pari Opportunità Partecipate) per la promozione di un cultura dei diritti umani partecipati, col supporto dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia.

Nato da un’idea del network di associazioni SEYF e di LeA - Liberamente e Apertamente, l’iniziativa rientra negli eventi promossi da UNAR (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Pari Opportunità), in collaborazione con rete NEAR.

“Gli eventi in programma hanno rappresentato appuntamenti importantissimi -sottolineano gli organizzatori- per costruire una comunità della tolleranza. Un percorso di eventi che portano alla costruzione di una comunità solidale che diventa più ricca delle sue differenze. Attraverso incontri mirati costruiremo una comunità dell’integrazione, contro lo stereotipo, il pregiudizio e il bullismo imperante sui social network”. Dagli incontri emergeranno proposte di buone pratiche che verranno sottoposte al Consiglio Comunale del 24 Marzo 2015, che sarà il primo, in Europa, ad aderire al movimento Europeo contro le Parole di incitamento all’Odio.

L’hashtag della manifestazione: #IoNonOdio

 

 Mozione Presentata Del Comune Di Andrano “Contro Le Parole Di Incitamento All’odio” Approvata All'unanimita' Dal Consiglio Comunale Il 24/03/2015

 Leggi la mozione [ITA]

Motion Against Hate Speech Unanimously Approved Presented By The Municipality Of Andrano (24/03/2015)

Read the motion [ENG]

 

 

 

Tuesday, 09 February 2016 20:28

Parti 10 mesi in Romania con Erasmus+!

Sei pronto ad un'esperienza che cambi la tua vita?

Hai voglia di scoprire un nuovo paese Europeo, all'interno di un'opportunità sicura e certificata dal programma Erasmus Plus?

Vuoi far parte della generazione Erasmus, anche se non sei uno studente?

Se la risposta è sì a tutte le domande, allora pare proprio che tu sia la persona giusta... 

Parti 10 mesi in Romania con Erasmus+!

Monday, 08 February 2016 12:10

Seminario in Germania su ErasmusPlus

SEYF è lieta di presentarvi un esclusivo seminario in Germania nell'ambito del programma Erasmus Plus.

In collaborazione con Culture Goes Europe, SEYF implementa il seminario "Raising the Bar", per migliorare la qualità e la conoscenza del Servizio Volontario Europeo, strumento potente del programma Erasmus Plus.

Un'occasione unica, per approfondire temi così importanti condividendo esperienze, conoscenze e informazioni con altre organizzazioni europee.

Monday, 08 February 2016 10:28

SAZIAMI - il teatro per ogni palato

Saziami é un work in progress che vuole raccontare il rapporto tra cibo e desiderio. Dopo la prova aperta di Giugno, nella fantastica cornice del castello di Andrano, gli allievi attori presenteranno lo spettacolo, scritto e diretto da Mauro Scarpa, nello spazio delle Manifatture Knos. Cos’è il desiderio? Da questa domanda siamo partiti, abbiamo scritto insieme alcuni testi sul cibo, li abbiamo trasformati in dinamiche ironiche tra personaggi accomunati dalla voglia di partecipare ad un banchetto. Dall’antipasto agli avanzi, lo spettacolo vuole descrivere cosa “gira” intorno al cibo ed alla convivialità.

Vi aspettiamo sabato 13 gennaio alle Manifatture Knos alle 21.

Thursday, 31 December 2015 14:33

DJ: Tirocini Formativi Soggetti Discriminati

L'I.T. "G. DELEDDA" e SEYF promuovono interventi per la promozione dell'inserimento lavorativo di soggetti discriminati.

L'Istituto Tecnico "G. Deledda" e SEYF hanno presentato in conferenza stampa, sabato 15 novembre alle ore 9.30 presso l'aula magna dell'I.T. "G. Deledda" i risultati sin ora raggiunti nell'ambito del progetto DJ – Diversity on the Job.

DJ è un programma sperimentale per la promozione dell'inserimento lavorativo di soggetti fortemente discriminati e svantaggiati, attraverso l'avvio di tirocini formativi che hanno favorito l'inclusione professionale di persone ai margini della società e vittime di discriminazioni sul posto di lavoro.

Il progetto è stato promosso dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Ufficio UNAR) e finanziato dal Fondo Sociale Europeo per contrastare il fenomeno della discriminazione sui posti di lavoro.

L'Istituto Tecnico "G. Deledda", ente capofila, e SEYF, organizzazione attiva nella difesa dei Diritti Umani, ha presentato i risultati raggiunti sino ad ora nei percorsi di tirocinio.

Durante la conferenza, sono intervenuti il Sottosegretario al Lavoro l'on. Teresa BELLANOVA, il Dirigente dell'I.T. "G. Deledda" prof. Vincenzo NICOLÌ, il responsabile di progetto dott. Vincenzo LOTITO e il responsabile Diritti Umani di SEYF dott. Sandro ACCOGLI.

 

  

 Leggi i risultati del progetto

Thursday, 31 December 2015 14:19

ROCK: Conflict Transformation

R.O.C.K. – Resolution of Conflicts' Kit is a Training Course realised under the Action 3.1 of Youth in Action Programme thanks to the Italian National Agency for Youth, supported by the Region Apulia (Department of Culture, Mediterranean and Tourism) and by The municipalituy of Caprarica di Lecce. the project has been hosted from the Italian SEYF – South Europe Youth Forum. The Training Course welcomed 8 organizations from European Union and from Neighbouring Partner Countries with the involvement of 2 participants from each organization. The participants came from youth organizations that work with young people in Bulgaria, Poland, Italy, Malta, Russian Federation, Azerbaijan, Georgia and Albania.

The training course has been held in Caprarica di Lecce (Italy) from 14th to 19th may 2013.

During the 5 days of activities all the involved participants explored ways and examples on why and how conflicts can arise and in which way they can be approached for the best results. A space has been also set for participants to practice the skills gained through workshops dealing with practical situations of conflict that may happen during youth projects, about conflict management and having also possibility to get feedback from the trainers as well as from each other. The objectives reached:

- to train 16 young people, youth workers and volunteers on how to prevent conflicting situations in youth work, especially in multicultural contexts;

- to equip participants with tools on how to approach different conflicting situations in youth work;

- to promote sharing of experiences and good practices on conflict resolution;

- to explore impact of cultural misunderstandings in conflicting situation especially in Youth in Action projects;

- to promote non-formal education approach as a powerful method of dealing with conflict;

- to promote the Youth in Action Programme and the space and the support it gives to youngster to explore different topics in a multicultural environment;

The whole Training Course has been based on non-formal education approach and Learning by Doing methodologies, in order to let the participants learn from experience and reflection, through the use of different methods such as: small/big group work, role plays, simulation exercises, debates, theoretical input and practical work, real conflict cases to solve, etc. The 'Kolb Learning cycle' has been applied during the whole program.

 

 

R.O.C.K. – Resolution of Conflicts' Kit è un corso di formazione realizzato nell'ambito dell'azione 3.1 del Programma Europeo Gioventù in Azione e cofinanziato dall'Agenzia Nazionale per i Giovani e dall'Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e supportato dal Comune di Caprarica di Lecce. Il corso di formazione è stato organizzato dal network di associazioni europee SEYF – South Europe Youth Forum ed ha ospitato 8 organizzazioni provenienti da altrettanti paesi dell'Unione Europea e dai Paesi Limitrofi, conivolgendo attivamente due partecipanti per organizzazione, ovvero 16 giovani professionisti ed esperti del settore provenienti da organizzazioni giovanili e consigli giovanili di organizzazioni pubbliche provenienti da Bulgaria, Polonia, Italia, Malta, Federazione Russa, Azerbaigian, Georgia e Albania.

Il progetto è stato ospitato dal Comune di Caprarica di Lecce dal 14 al 19 maggio 2013.

Il tema principale del corso di formazione è stato la gestione / trasformazione del Conflitto, attraverso l'esplorazione di metodologie e pratiche di intervento per risolvere e trasformare i conflitti, gestirli in contesti giovanili e interculturali (in particolare progetti per i giovani) e trovare i metodi migliori per incanalare i conflitti al fine di farli divenire un processo costruttivo ed educativo piuttosto che una sola esperienza distruttiva.
Durante i 5 giorni di attività, residenziale e intensiva, i partecipanti coinvolti nel progetto hanno esplorato esempi e modi in cui un conflitto può nascere, svilupparsi e degenerare, nell'ottica di trovare così nuove e migliori formule per approcciarsi al conflitto nel miglior modo possibile. All'interno del quadro di attività realizzate, sono stati costruiti ampi margini e spazi, attraverso appositi workshop strutturati, per permettere ai partecipanti di acquisire abilità pratiche nella gestione di conflitti che comunemente possono nascere durante progetti giovanili, imparando così a gestirli, con la possibilità di ricevere feedback e opinioni sia dai formatori che dai loro pari.

Gli obiettivi raggiunti:
- abbiamo formato 16 partecipanti, operatori giovanili, lavoratori giovanili e volontari alla gestione e prevenzione di situazioni di conflitto in situazioni di lavoro giovanile, soprattutto in contesti multiculturali;

- abbiamo fornito i partecipanti strumenti operativi su come misurarsi con differenti situazioni di conflitto, soprattutto nel lavoro giovanile;

- abbiamo promosso la condivisione di esperienze e buone pratiche per la gestione, risoluzione e trasformazione del conflitto;

- abbiamo esplorato l'impatto delle incomprensioni culturali in situazioni di conflitto, in particolare all'interno di progetti realizzati all'interno del programma Gioventù in Azione;

- abbiamo promosso l'educazione non formale come potente metodologia per misurarsi con il conflitto;

- abbiamo promosso il programma Gioventù in Azione e lo spazio che questo fornisce ai giovani per esplorare differenti temi in ambienti multiculturali.

L'intero corso di formazione è stato basato su metodologie tipiche dell'educazione non formale secondo l'approccio dell'imparare facendo', così da consentire ai partecipanti di apprendere dall'esperienza e dalla riflessione, attraverso l'utilizzo di metodi differenti. In particolare, attraverso la divisione del lavoro in piccoli e grandi gruppi, attività di simulazione ed empatia, discussioni e dibattiti, input teorici e workshop pratici, analisi e gestione di casi reali di conflitto, etc. 'Il ciclo di apprendimento di Kolb' è stato applicato ad ogni momento e attività del progetto.

 

 

The Manual on Conflict Transformation [ENG]

 

  Il Manuale sulla trasformazione del conflitto [ITA]

 

Thursday, 31 December 2015 14:05

Outdoor Plus

Outdoor Plus is a Training Course developed in the frame of the KA1 (Mobility of youth workers ) of the Erasmus Plus hosted from Italian SEYF from 6th to 11st november 2014. The Training Course welcome 16 youth workers and youth leaders, a facilitator and a trainer from 8 different EU organizations (Bulgaria, Poland, Italy, Malta, Romania, Spain, Greece and France) and each organization will send 2 participants (youth leaders and youth workers).


The Training Course has been hosted in Italy from 6th to 11th November 2014, for 5 days of activities. The main theme of the training is education through outdoor and experiential activites. The main objective of the training is the promotion of non-formal education through experience/outdoor education as a powerful method for a permament learning, by gathering youth workers Europe and strengthening their competences to develop and deliver educational programmes, so that the trainees will be able to better understand and implement youth projects through the application of new models of non formal education.

The training empowered participants to actively work on outdoor education, through a specific cycle of activites centred on outdoor activites that foster the basic cultural and personal knowledge of participants, reinforce their sense of team and their trust with one another and help them to learn how to deal with cooperative problem solving attitudes.

 

#abstract
Outdoor Plus (O+) è un corso di formazione sviluppato all'interno del programma comunitario Erasmus Plus e coordinato da SEYF. Il corso ha accolto 16 operatori giovanili e formatori provenienti da 8 diverse organizzazioni giovanili europee (Bulgaria, Polonia, Italia, Malta, Romania, Spagna, Grecia e Francia). Il Corso di formazione è stato ospitato a Lecce, dal 6 all'11 novembre 2014.
Al centro di O+ vi è stata la formazione di operatori giovanili, attraverso metodologie outdoor ed esperienziali. L'obiettivo principale del corso è stata la promozione dell'educazione non formale attraverso l'educazione outdoor e l'educazione esperienziale ed ambientale intese come potente metodo di apprendimento permamente e motore di cambiamento sociale, professionale e personale. Ciò avverrà mettendo a sistema operatori giovanili europei al fine di rafforzare le loro competenze, così da sviluppare e fornire nuove metodologie e programmi educativi.

La formazione ha consentito ai partecipanti di lavorare e sperimentare attivamente l'educazione outdoor, attraverso un ciclo specifico di attività che favoriscono la conoscenza interculturale e personale dei partecipanti stessi, rafforzano il senso di squadra e di fiducia, nonché una maggiore comprensione su come implementare in modo più efficiente progetti destinati ai giovani (problem solving).

#obiettivi:
- Sviluppare la solidarietà e promuovere la tolleranza tra i giovani, al fine di rafforzare la coesione sociale dell'Unione Europea;
- Contribuire a sviluppare la qualità dei sistemi di sostegno ai progetti per i giovani e della capacity building delle organizzazioni delle associazioni giovanili operanti nel settore della gioventù;
- promuove la cooperazione europea nel settore della gioventù;
- Rafforzare la partecipazione attiva dei giovani attraverso una maggiore applicazione dell'educazione non formale;
- La promozione del programma Erasmus Plus.

#metodologie:
L'intero Corso di Formazione è statao basato su un approccio educativo non formale e su metodologie tipiche del 'learning by doing' (imparare facendo).
L'intero scambio utilizza un approccio non formale basato sull'idea dell'imparare facendo', attraverso lavoro in gruppo e individuale, giochi di ruolo, simulazioni, dibattiti , workshop teorici e lavoro pratico, attività sportive, coinvolgimento attivo della comunità locale attraverso conferenze stampa, serate interculturali organizzate con la popolazione, momenti informali di condivisione delle esperienze e l'organizzazione di una giornata dedicata allo sport con il coinvolgimento attivo della popolazione.

 

 

 The video: what is outdoor education?

Thursday, 31 December 2015 13:56

BAT: APP & INNOVATION

B.A.T. Bat Application Tour has been a Youth Initiative promoted by five young people that lives in the Province of BAT (Barletta Andria Trani), a province situated in the northern part of Puglia Region. The main idea came from another Youth Initiative, developed in 2012, by others five guys in another part of the region .

The main idea came out by some consideration on the historical period tha we are living. In a period dominated  by the economical crisis, in a period during wich the percentage of youth unemployement grows up really fast, the same economical crisis helped the Young people involved in the project  to reinvent their self, to use better their personal life skills for support the spirit of innovation and youth enterpreneurship, From this consideration the five young people that implemented the project, decided to promote the spirit netwoking and to. cooperate for creating an APP that enhancing all the opportunities offered by the territory that till now didn't be considerated in a conception of network that connect all the Youth organization that work in the province of BAT reformulating a new geographical system in wich interact the naturalistic aspect, historical, archeological, gastronomic , and mainly, 'youth, youthful and youth friendly' routes.

B.A.T.'s aims tried to create an efficient synthesis of everything of youth exists in the territory: not advertisement of local companies but a practical network of all the youth excellence (associations, voluntary work, youth urban labs, breeding ground of minds) that are brave enough to dare in life and work but have no instruments to cooperate all together because of a lack of goal's condivision. The final work, was uploaded mostly in  italian but in english too (all the association that took part in the project decided by theirselves thinking to their target audience) and promoted all over the Region and the international circuit of SEYF's network.

 Watch the video presentation of the APP!

 

Donwload the APP for IOS

 

Donwload the APP for Android

Thursday, 31 December 2015 13:48

Walk-on SALENTO

The project of the Youth Initiative "walk-on SALENTO" has arisen from the idea to enhance the territory of Salento and it has been supported under the European Programme Youth in Action and realized in 2012.

 The young people of this area often feel themselves as isolated from Europe, marginalized from the rest of the continent because of a substantial and structural gap. The subtitle (even the title) of "walk-on Salento" is the refrain of a well-know U2 song ("The only baggage that you can bring / is all that you can leave behind") and sums up the main idea of the project: to create a "young and youthful" map of Salento, enhancing all those aspect that rarely are considered in the classical geographical conception of a touristic map: next to the main and conventional routes of a good map "walk-on SALENTO" is going to geographically formulate new naturalistic, historical, archeological, food and wine's and, mainly, 'youth, youthful and youth friendly' routes.

"walk-on SALENTO"'s aims tried to create an efficient synthesis of everything of youth exists in the territory: not just advertisement of local companies but a practical network of all the youth excellence (associations, voluntary work, youth urban labs, breeding ground of minds) that are brave enough to dare in life and work but have no instruments to cooperate all together because of a lack of goal's condividion. The final map, written in English and distributed all over the district and the international circuit of SEYF's network, was a linguistic and international trait d'union, made distances shorter and will strengthen and developed the mobility (local, national and transnational) behind the mere touristic circuit.

 

 

Il progetto "walk-on SALENTO" è un'Iniziativa Giovani supportata dal Programma Europeo "Gioventù in Azione" promossa da SEYF nel 2012.

Il progetto ha prodotto e valorizzato istanze territoriali nell'ottica di sviluppo e promozione del territorio salentino su ampia scala, locale e globale, per dare più respiro -economico, culturale, geografico- alla più profonda penisola pugliese. "walk-on SALENTO" è un supporto cartografico immaginato non solo come una semplice cartina turistica, ma come strumento essenziale di navigazione nel mondo salentino verso la scoperta di luoghi, culture, persone, contesti, colori, odori, sapori.

Esso ha previsto l'ampia partecipazione territoriale di servizi che supportano l'azione del progetto, come vetrina delle eccellenze in percorsi particolareggiati che privilegiano dimensioni naturali, storico-artistiche, enogastronomiche e sociali. Lo strumento della cartina diventerà così un supporto insostituibile nelle mani e nelle tasche di giovani viaggiatori di tutta Europa che sceglieranno percorsi inediti di una geografia antica ma al passo coi tempi.

"walk-on SALENTO" è stata abbinata a tutta l'azione di SEYF e del circuito di associazioni che ne fanno parte, insieme ad eventi di promozione del progetto.

"walk-on SALENTO" ha promosso l'idea di un Salento che resiste nel tempo e nello spazio, su un supporto cartografico sostenibile di ampia durata.

"walk-on SALENTO" è strumento di europeizzazione del Salento e rivincita di un territorio che non è solo meta turistica stagionale, ma  un Salento per 4 stagioni e 365 giorni all'anno).

"walk-on SALENTO" è redatta in inglese, lingua comune necessaria : il Salento che si fa Europa.

"walk-on SALENTO" è il nostro piccolo antidoto alla crisi per promuovere l'imprenditoria locale nel locale e nel globale.

Per queste ragioni, e per l'etica  idea della cooperazione dal basso, "walk-on SALENTO" è già una sfida vinta: più siamo e più contiamo.

 

Watch the project's movie

 

We are using cookies to provide statistics that help us give you the best experience of our site. You can find out more or switch them off if you prefer.
By continuing to use the site without changing settings, you are agreeing to our use of cookies.
Yes, I accept